Mindfulness in età evolutiva e nella disabilità intellettiva

Insegniamo a meditare ai bambini in età scolare e ai ragazzi con ritardi cognitivi

Con il termine mindfulness ci si riferisce a una pratica specifica di meditazione centrata sulla consapevolezza dell’esperienza presente (per esempio emozioni, pensieri, memorie, sensazioni, azioni ed eventi ambientali). Questa consapevolezza viene agita in modo intenzionale e mantenendo un atteggiamento di apertura, curiosità ed equanimità nei confronti di quanto osservato.

Da tempo è noto come la pratica della mindfulness favorisca lo sviluppo di un'attenzione e di reazioni meno impulsive nei confronti di emozioni, pensieri e sensazioni. Una pratica regolare di mindfulness nella vita quotidiana favorisce maggiore benessere psicologico, rilassamento e autocontrollo.

Casa Gioia sta perfezionando un protocollo per introdurre e favorire abilità di mindfulness nei bambini in età scolare e nei ritardi dello sviluppo.

Seguendo una progressione strutturata basata su una moderna teoria del linguaggio e della cognizione chiamata Relational Frame Theory (Hayes, Barnes-Holmes, Roche, 2001), siamo in grado di creare un percorso coerente di sviluppo che partendo dalle discriminazioni elementari degli stati interni e dalle abilità verbali di base arriva fino alla lettura delle intenzioni altrui e all’empatia.

Se siete interessati a questo servizio